Assemblea generale

Venerdì 27 marzo 2009, nella sede amministrativa a Locarno, si è svolta l’assemblea gene­ra­le ordinaria dell’Ofible sotto la direzione del Presidente Ing. Marco De Carli, in presenza dei rappresentanti degli azionisti e di numerosi ospiti. All’ordine del giorno l’approvazione dei conti annuali.

Rendiconto
Nell’anno idrologico 2007/08 chiusosi il 30 settembre 2008 in val di Blenio si sono misurati 1500 mm di pioggia, + 6 % rispetto alla media pluriennale. Bisogna risalire all’anno 2001 per trovare un valore altrettanto positivo. Evidentemente ne hanno approfittato le centrali dell’Ofible, che hanno generato 927 GWh, superando a loro volta di + 9 % i corrispettivi valori medi.

Il conto annuale dell’Ofible chiude l’esercizio con un fatturato di 41.0 milioni di franchi, in linea con il risultato dell’anno precedente. Per l’anno 2008 sono stati versati al Cantone Ticino canoni d’acqua per un importo di 11.0 milioni di franchi. In netto aumento del 17 % le imposte pagate dall’Ofible, che per l’anno 2008 comportano complessivamente 4.1 milioni di franchi. L’aumento è andato a beneficio delle casse cantonali con 2.5 milioni (1.9 milioni l’anno precedente), mentre per i comuni ticinesi e la confederazione gli importi percepiti sono rimasti invariati a 1.4 milioni rispettivamente 0.2 milioni di franchi.

Con un utile d’esercizio di 2.7 milioni di franchi il dividendo per i suoi azionisti è rimasto invariato al 4.25 % sul capitale azionario di 60 milioni di franchi.

Il costo dell’elettricità prodotta nelle centrali dell’Ofible ammonta quest’anno 4.3 cts. al kilowattora, un prezzo molto concorrenziale soprattutto se si tiene conto del fatto che si tratta di energia di punta generata con la forza idrica, una fonte di energia rinnovabile e indigena.

Manutenzione e rinnovo degli impianti
Dopo i grandi lavori nella centrale di Biasca degli ultimi anni gli investimenti per il rinnovo degli impianti è stato più contenuto. Infatti per l’acquisto di un nuovo trasformatore e in particolare per la prima tappa del rinnovo della centrale del Luzzone sono stati spesi 4.9 milioni di franchi. Per la manutenzione e la sorveglianza degli impianti il costo ammonta a 8.4 milioni di franchi.

Liberalizzazione del mercato elettrico
Nella sua relazione il presidente del consiglio d’amministrazione Ing. Marco De Carli non ha mancato di sottolineare, che con la nuova legge federale sull’approvvigionamento elettrico sono state introdotte non poche novità, che stanno provocando profondi cambiamenti nel settore elettrico svizzero. Anche Ofible in quanto proprietaria di impianti idroelettrici, ma anche di reti ad alta tensione, è toccata sensibilmente dalle disposizioni della nuova legge. Infatti quest’ultima impone agli attuali proprietari la cessione delle reti alta tensione al gestore di rete nazionale Swissgrid entro la fine del 2012. In vista di questo trasferimento Ofible ha deciso di separarsi già fin d’ora della sua rete trasferendola nella neo costituita Ofible Rete SA, di cui comunque resta per il momento unica azionista. Oltre a questa misura piuttosto di carattere amministrativo, innumere­voli preparativi in vista della liberalizzazione del mercato elettrico concernono le centrali idro­elettriche. In futuro i servizi di regolazione della rete generati in queste centrali verranno commercializzate nell’ambito di aste pubbliche. Per adempiere ai requisiti posti per la partecipa­zione a questo nuovo mercato le macchine sono state oggetto di diversi adattamenti tecnici al fine di assicurare un servizio affidabile e garantire anche in futuro un sicuro approvvigionamento elettrico. Ofible è pronta ad affrontare le sfide del nuovo mercato! Più preoccupato si è dichiarato il presidente per le previsioni contenute nel piano finanziario di Ofible, che indicano per i prossimi anni un chiaro rialzo dei costi di produzione di ca. 30 %. Complice di questa evoluzione, oltre agli importanti investimenti per il rinnovo degli impianti, soprattutto i nuovi oneri addebitati alle società di produzione dal legislatore in relazione all’aumento dei canoni d’acqua e alla tassa di utilizzo della rete alta tensione. Una tendenza che rischia di penalizzare l’utilizzo della forza idrica, un’energia rinnovabile, economica, indigena e, non da ultimo, un’energia indispensabile per un approvvigionamento elettrico sicuro del paese.

 

 

                         Dati e cifre 2007/08 Officine idroelettriche di Blenio SA (Ofible)

 

 

Ofible

  Variazione
anno prec.
Azionisti      
Cantone Ticino 20.0 %    
NOK 17.0 %    
Cantone Basilea Città 12.0 %    
Atel 17.0 %    
Città di Zurigo 17.0 %    
BKW 12.0 %    
Energie Wasser Bern 5.0 %    
       
Fatturato CHF 41.0 mio. -0.5 %
Produzione netta GWh 917.4 +20.6 %
Costo netto di produzione per kWh cts. 4.33 -16.6 %
       
       
Manutenzione CHF 8.4mio. +15.9 %
       
Utile d'esercizio CHF 2.7 mio. 0.0 %
       
Investimenti CHF 4.9 mio. -29.0 %
       
Collaboratori 34.4   0.0 %