Assemblea generale

Venerdì 29 marzo 2019, nella sede amministrativa a Locarno, si è svolta l’assemblea genera­le ordinaria delle Officine idroelettriche di Blenio (Ofible) sotto la direzione del Presidente Roberto Pronini, alla presenza degli azionisti e di numerosi ospiti. All’ordine del giorno l’approvazione dei conti annuali e la nomina del Consiglio d’amministrazione. 

Produzione

Nell’anno idrologico 2017/18 la produzione netta di Ofible è stata di 788 GWh, 145 GWh più dell’anno precedente ma comunque 15 % sotto la media pluriennale. Le precipitazioni sono state molto scarse, inferiori del 35 % ai valori medi. Al 30 settembre 2018 il bacino del Luzzone ha raggiunto un grado di riempimento pari al 91.2%. 

Situazione quadro

Nel corso del mese di agosto il Consiglio di Stato del Cantone Ticino ha notificato alla società la decisione in merito al "risanamento dei corsi d’acqua influenzati da prelievi ai sensi dell’art. 80 cpv. 2 della Legge sulla protezione delle acque (LPAc)", decisione nel frattempo ratificata dal Gran Consiglio. Le misure di risanamento previste comporteranno per la società una perdita di produzione annua di 54.6 GWh (pari al 6 % della produzione media). La società ha inoltrato ricorso contro la decisione presso il Tribunale cantonale amministrativo. 

Investimenti

Dopo quattro anni di progettazione, fabbricazione e montaggio in dicembre 2017 si è concluso l'importante progetto di modernizzazione della centrale idroelettrica di Olivone. Scopo dell'operazione era la sostituzione dei due generatori e delle 4 turbine Pelton per un ammontare di 37 mio CHF. Un successo su tutta la linea: aumento del rendimento della centrale e della potenza installata. Con questa operazione si conclude sostanzialmente il rinnovo delle centrali dell'Ofible, iniziato nel 2004 con la modernizzazione della centrale di Biasca. 

Costi di produzione

L’esercizio 2017/18 chiude con costi annuali per l’energia prodotta di 38.8 milioni di franchi, circa 0.9 milioni in meno dell’anno precedente. Ai sette azionisti, fra cui anche il Cantone Ticino, che ritirano integralmente l’energia prodotta nelle tre centrali idroelettriche dell’Ofible, il kWh è costato 4,9 centesimi. Nonostante gli importanti sforzi di risparmio da parte dell’azienda, i costi rimangono alti soprattutto a causa degli oneri legati agli investimenti (ammortamenti e costi del capitale pari a 14.4 milioni di franchi) e alle devoluzioni all’ente pubblico (canoni d’acqua e imposte pari a 18.8 milioni di franchi). 

A seguito della difficile situazione dal punto di vista politico ed economico, la società ha deciso di implementare un piano di contenimento dei costi che, fra le diverse misure, includeva anche una riduzione del personale. 

Nomina del Cda

Lascia la società il signor Bruno Buzzini, rappresentante dell'azionista Cantone Ticino. Quale successore l’assemblea generale ha nominato nel Consiglio d’amministrazione il signor Moreno Celio, Bellinzona. Inoltre sono stati nominati i signori Michael Baumer, Peter Lustenberger, Amédée Murisier e Renato Sturani, mentre sono stati riconfermati Roberto Pronini (presidente), Jörg Huwyler, Marcel Ottenkamp, Martin Roth, Martin Schindler e Claus Schmidt.

 

                           Dati e cifre 2017/18 Officine idroelettriche di Blenio SA (Ofible)

 

 

Ofible

  Variazione
anno prec.
Azionisti      
Cantone Ticino 20.0 %    
Axpo Power AG 17.0 %    
Alpiq AG 17.0 %    
IWB Industrielle Werke Basel 12.0 %    
Città di Zurigo 17.0 %    
BKW Energie AG 12.0 %    
Energie Wasser Bern 5.0 %    
       
Produzione nettà GWh 787.7 +22.6 %
Costi annuali a carico degli azionisti    CHF    38.8 mio. -2.3 %
Costo netto di produzione per kWh cts. 4.9 -20.4 %
       
       
Manutenzione degli impianti CHF 5.6 mio. +9.6 %
       
Investimenti per il rinnoco degli impinati CHF 10.9 mio. -49.0 %
       
Collaboratori 30.09.2018 26.5   -7.0 %